Posts in Category: Letture/conferenze

Voci dall’Antico 2021: Iliade. Tra frammenti di guerra e sentimenti umani

La locandina di Voci dall’Antico 2021

L’Iliade è la prima opera letteraria dell’Occidente ed è l’esito di una gestazione orale avvenuta nel corso di secoli. È certamente un poema di guerra (Simone Weil lo chiamava poema della forza) e dello scontro, ma è anche il poema della nostalgia della pace, del rispetto, degli affetti famigliari, dell’amicizia, dell’ospitalità; i suoi protagonisti sono uomini e donne grandi e fragili, vittime di un destino di cui sono solo in parte responsabili e che li accomuna in un abbraccio dolceamaro che trova una sublime risposta nell’abbraccio finale tra il re Priamo e l’uccisore di suo figlio, Achille. Archetipo dello scontro tra Oriente e Occidente, il cui poeta canta i vincitori ma elogia i vinti, l’Iliade è letta da secoli con emozione e reverenza, senza smettere di stupire per la sua grandezza e la sua delicatezza.

Le letture di questa XII edizione di Voci dall’Anrico si svolgeranno in diretta streaming alle ore 18:00 sul canale Youtube dell’associazione K’epos: https://www.youtube.com/channel/UCW81AP56Aw4IxdlhZq5Q-oQ

Programma delle letture

Voci dall’Antico 2020: Gli Antichi e la Scienza

La locandina delle letture 2020

La locandina delle letture 2020

Molte meraviglie vi sono al mondo,
nessuna meraviglia è pari all’uomo. (…)
Pieno di risorse, mai sprovvisto
di fronte a ciò che lo attende,
ha trovato rimedio a mali
irrimediabili. Solo alla morte
non può sfuggire.
Padrone assoluto
dei sottili segreti della tecnica,
può fare il male
quanto il bene.
(Sofocle, Antigone)

Anche quest’anno torna il ciclo di letture Voci dall’Antico, quattro venerdì tra gennaio e febbraio dedicati a “Gli Antichi e la Scienza”. Gli incontri si terranno dalle ore 18 nel Salone Furietti della Biblioteca Angelo Maj di Città Alta.

Il programma nel dettaglio:

  • 24 gennaio – Mauro Messi – Il medico, il filosofo, lo storico: sguardi sulla medicina greca
  • 31 gennaio – Luigi Venezia – La scienza nella poesia ellenistica
  • 7 febbraio – Chiara Soldani – La meteorologia nel mondo antico: il tempo… ai tempi di Plinio il Vecchio
  • 14 febbraio – Paola Pusineri – L’assiomatica euclidea

Ingresso libero

Corso – La figura del poeta da Omero a Platone

locandina

La locandina del corso “Il poeta tra poesia e filosofia”

Arriva quest’anno una nuova proposta: un corso di letteratura e cultura classica tenuto dal prof. Corrado CUCCORO, docente di lingue e letterature italiana, greca e latina presso il liceo Sarpi e collaboratore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, nonché socio fondatore dell’Associazione K’epos.

Il corso di 5 lezioni verterà sulla figura del poeta a partire dai testi di Omero e Platone. Si terrà di giovedì tra gennaio e febbraio 2020 dalle ore 16.30 alle ore 17.30 presso le aule della scuola Maria Regina di Bergamo.

16 GENNAIO – gli aedi Femio e Demodoco
23 GENNAIO – gli aedi Femio e Demodoco
30 GENNAIO – Ione, Platone
6 FEBBRAIO – Ione, Platone
13 FEBBRAIO – il poeta nella Repubblica e nelle Leggi di Platone

Sede delle lezioni sarà la Scuola Maria Regina di Bergamo, nel quartiere di Longuelo, in via Broseta 138. L’accesso, tuttavia, sarà dall’ingresso sul retro, presso il parcheggio di viale Curie.

SI RICHIEDE L’ISCRIZIONE ENTRO MARTEDÌ 7 GENNAIO, compilando il form disponibile su questo sito (CLICCA QUI) o telefonando al numero 335.57.59.978 dalle 18 alle 20.

Costo di iscrizione: € 70. Viene applicato uno sconto di € 20 ai partecipanti dei corsi annuali di lingua già attivati presso l’Associazione.

Si richiede il versamento della quota di iscrizione al corso tramite bonifico all’atto dell’iscrizione al conto UBI Banca, IBAN: IT76T0311111107000000002173. Indicare nella causale: nome, cognome, “Iscrizione corso prof. Cuccoro”.

Il corso sarà attivato con la partecipazione minima di 6 studenti.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Voci dall’Antico 2019: Demoni, Mostri, Prodigi nel Mondo Antico

Letture 2019 LocandinaNella civiltà greco-latina il confine tra umano e divino, tra io e mondo, razionale e irrazionale, è rappresentato da un cosmo popolato di esseri di natura incerta, quali Sirene e Ninfe, Satiri e Sileni, prodigi e monstra, che costituiscono le premesse di un luogo immaginario dello spirito che l’essere umano porta dentro di sé, a partire dal Medioevo fino ai giorni nostri.

Le nostre letture quest’anno si svolgeranno nei venerdì di gennaio e febbraio alle ore 18:00, a partire dall’11 gennaio. Saremo di nuovo ospitati nella splendida cornice della Biblioteca Angelo Mai (Piazza Vecchia 15 – Bergamo). Ingresso libero.

Calendario

  • 11 gennaio: Corrado Cuccoro – La Sfinge nella drammaturgia edipica, dalle origini ai giorni nostri
  • 18 gennaio: Mauro Messi – La donna che ti uccide: le sirene e le ninfe
  • 25 gennaio: Pierangelo Agazzi – L’horror nella letteratura latina: racconti di licantropi e di vampiri nel Satyricon di Petronio
  • 1 febbraio: Donatella Savoldi – Il macabro in Lucano come espressione di un rovesciamento del modello epico tradizionale
  • 8 febbraio: Chiara Soldani – Strigae: streghe e sortilegi in Orazio e Apuleio
  • 15 febbraio: Luigi Venezia – Il Ciclope dopo Omero: il mostro si trasforma

I Greci e gli Altri – Voci dall’Antico 2017

locandina-def-2017-3-page-001

“L’uomo greco per sua stessa natura è sempre stato curioso di confrontarsi con l’altro e
con il diverso, tanto da cercare di entrare in contatto anche con chi parlava in modo
incomprensibile, il bárbaros.”

CALENDARIO DELLE LETTURE

  • Venerdì 3 Novembre – Mauro Messi – Odisseo: la scoperta di sé attraverso l’incontro con l’altro.
  • Venerdì 10 Novembre – Pierangelo Agazzi – La frontiera culturale greco vs. barbaro: da Erodoto a Menandro.
  • Venerdì 17 Novembre – Luigi Venezia – I Greci e gli altri? La Macedonia al confine tra grecità e barbarie.
  • Venerdì 1 Dicembre – Donatella Savoldi – I modelli greci nella poesia latina di età augustea.
  • Venerdì 15 Dicembre – Corrado Cuccoro –  I Greci e noi. Vitalità del mito classico nel teatro portoghese e brasiliano.

Le letture si svolgeranno alle ore 18.00 presso la Biblioteca Civica Angelo Mai, Piazza Vecchia 8, Bergamo Alta.

Voci dall’Antico 2021 – Luigi Venezia

Luigi Venezia è dottore di ricerca in Filologia Classica. Ha insegnato nei licei classici «Celeri» di Lovere e «Sarpi» di Bergamo; attualmente insegna al «Weil» di Treviglio. Collabora da anni con l’Università degli Studi di Milano. I suoi principali interessi di ricerca sono la poesia e il teatro greci di età classica ed ellenistica, la letteratura di viaggio e la poesia greca del Novecento.

Durante l’intervento saranno affrontati i seguenti passi:
II 455-483
III 1-37
IV 127-147
IV 422-456
V 899-906
VI 146-149
VIII 553-565
XI 56-77
XI 264-279
XI 544-565
XII 162-172
XII 278-289
XV 79-83
XV 360-366
XVI 1-11
XVI 155-167
XVI 733-771
Di lance e guerrieri (a Lucio Mariani), di Titos Patrikios

Voci dall’Antico 2021 – Chiara Soldani

Chiara Soldani, nata a Bergamo, si è laureata in Lettere antiche, con una tesi in Archeologia Classica, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Presso la stessa Università ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento e la seconda laurea in Scienze dell’Antichità. Per la casa editrice “Aracne” ha pubblicato il libro “Il pellegrinaggio di Egeria. Saggi e ricerche”. Presso l’Università degli Studi di Bergamo, nel 2018, le sono state affidate alcune ore di Laboratori Ordinamentali nell’ambito dell’insegnamento ufficiale di “Istituzioni di Letteratura I”, MOD. 2 “Problemi e itinerari di letteratura moderna (Laboratorio)”, Corso di Laurea in “Scienze della formazione primaria”. Dal 2000 ha insegnato in diversi licei di Bergamo e provincia, occupandosi anche di formazione per gli insegnanti. Attualmente è in servizio come docente di lettere presso il Liceo Classico Statale “Paolo Sarpi” di Bergamo, dove è stata anche referente per il progetto “Archeostage”.

Passi scelti:
Iliade, VI, 369-502 (Ettore e Andromaca alle Porte Scee)
Iliade, VII, 206-312 (Duello tra Ettore e Aiace)
Iliade, XXIV, 696-804 (Funerali di Ettore)

Voci dall’Antico 2021 – Mauro Messi

Mauro Messi è docente di latino e greco nei licei. Si è occupato di poesia ellenistica e di poesia omerica. Ĕ autore di saggi critici su Teocrito e sulle forme della poesia in età alessandrina. Ha curato un corso di lingua e civiltà greca ed uno di lingua e cultura latina per il biennio. Ha tradotto l’Agesilao di Senofonte per la collana La vita felice. Ĕ membro del gruppo lombardo per la Certificazione della lingua latina e membro aggregato per la fase regionale delle Olimpiadi delle lingue classiche (sezione lingua e civiltà greca).

Durante l’intervento saranno letti i seguenti passi:
Il. I,vv.345-427 (Achille e Teti)
Il. XVIII,vv.1-147 (Disperazione di Achille)
Il. XXII,vv.330-404 (Morte di Ettore)
Il. XXIV,vv.468-676 (Priamo ed Achille)
G.Pascoli La cetra d’Achille in Poemi conviviali